Commercialisti e Consulenti del Lavoro
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Giugno 2020

L’Ispettorato Nazionale del Lavoro, con la nota 532 del 12 giugno 2020, ha ufficialmente aperto la stagione dei controlli sull’utilizzo degli ammortizzatori legati al Covid-19. 

In particolare, con la finalità di contrastare eventuali fenomeni elusivi e fraudolenti, la Commissione centrale di programmazione e vigilanza ha evidenziato la necessità di attivare diffusi controlli sul corretto utilizzo delle risorse pubbliche destinate agli ammortizzatori sociali con causale Covid-19. Sulla stessa linea, l’INPS ha sottolineato la necessità di attivare accertamenti urgenti in coordinamento con l’ispettorato medesimo. 

Le azioni di vigilanza si concentreranno sulle aziende, il cui elenco sarà fornito dall'INPS, che hanno fatto richiesta delle varie tipologie di integrazione guadagni: ordinaria, in deroga o Fondo di integrazione salariale (FIS), nonché domande di indennità per il sostegno al reddito, presentate dai lavoratori. In particolare, saranno interessate: 

  • le aziende operanti nei settori che non hanno subito interruzioni delle attività;
  • le aziende operanti in deroga alle misure restrittive previste dalla normativa emanata in relazione all'emergenza epidemiologica;
  • le aziende che hanno presentato domande di iscrizione, ripresa dell’attività, modifiche dell’inquadramento con effetto retroattivo in periodi immediatamente precedenti le richieste di trattamento delle varie forme di Cassa Integrazione;
  • le assunzioni, trasformazioni e riqualificazioni di rapporti di lavoro in periodi immediatamente precedenti le richieste di trattamenti delle varie forme di Cassa Integrazione;
  • il numero dei lavoratori interessati dagli ammortizzatori sociali ed eventuali esternalizzazioni;
  • le aziende/datori di lavoro che hanno collocato in smart-working il personale e richiesto l’erogazione di ammortizzatori sociali;
  • le aziende che non hanno comunicato all’INPS la ripresa, anche parziale, dell’attività lavorativa. 

Lo Studio e i suoi collaboratori restano a disposizione per ogni eventuale chiarimento. 

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della propria azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com