Commercialisti, Consulenti del Lavoro ed Avvocati
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Novembre 2020

I nostri ragazzi sono tornati tra i banchi di scuola pronti ad affrontare il nuovo anno scolastico. Sia i genitori che gli istituti si sono attivati per garantire tutte le misure di sicurezza contro l’emergenza sanitaria, tuttavia non è scontato che a scuola, insieme ai ragazzi, torni proprio il Covid. E allora, come si comporteranno i genitori? Con quali strumenti potranno garantire la sicurezza dei propri figli senza avere ripercussioni sul lavoro? 

Ottobre 2020

Il DL 104/2020 meglio noto come Decreto Agosto, ha rimpolpato il già sovraffollato panorama delle misure introdotte a favore delle imprese per far fronte all’emergenza da Covid-19. In particolare, da un lato sono stati potenziati gli ammortizzatori sociali delle integrazioni salariali mentre dall’altro, è stato introdotto un incentivo contributivo che premia quelle realtà imprenditoriali che non ricorrono e non ricorreranno alla cassa integrazione per l’emergenza pandemica. 

Settembre 2020

In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Legge n. 111 dell’8 settembre 2020 dove, all’art. 5, si regolamentano le misure da adottare nel caso in cui, nell’ambito scolastico, il proprio figlio contragga il virus pandemico dal quale scaturisce il COVID-19.

Settembre 2020

In Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il Decreto Legge n. 104 del 14 agosto 2020 recante misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell’economia.

Il cosiddetto DL Agosto che va letto in continuità del precedente DL Cura Italia e DL Rilancio è l’ennesimo prodotto normativo complesso, volto a regolamentare una pluralità di aspetti tra cui alcuni temi impattanti nell’ambito della gestione del personale che ora tratteremo. 

Ma andiamo con ordine…

Agosto 2020

L’evolversi dell’epidemia da COVID-19 ha colpito l’Italia ed in particolare il Veneto in maniera improvvisa con importanti ripercussioni sul contesto socio-economico regionale che, ad oggi, conta una perdita complessiva di circa 60mila posizioni di lavoro dipendente (circa il 3% dell’occupazione dipendente). I dati resi noti dall’Osservatorio Regionale sul Mercato del Lavoro evidenziano che ad essere maggiormente colpiti dalla crisi sono i giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni.

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della propria azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com