Commercialisti, Consulenti del Lavoro ed Avvocati
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese
Marzo 2021

Nonostante la crisi che sta caratterizzando i mercati di tutto il mondo, secondo i dati raccolti dall’Osservatorio Crowdinvesting del Politecnico di Milano, l’Equity Crowdfunding ha registrato ottimi risultati nell’anno 2020, permettendo l’avvio di numerosi progetti imprenditoriali.

Ma come funziona l’Equity Crowdfunding e quali sono i soggetti interessati?

Si tratta di un meccanismo che permette alle società di raccogliere capitale di rischio attraverso piattaforme on-line, nelle quali esse possono presentare i propri progetti imprenditoriali al pubblico. Gli investitori che decidono di finanziare una o più iniziative, ricevono in cambio un vero e proprio titolo di partecipativo della società oggetto dell’investimento.

L’italia è stato il primo stato a regolamentare l’utilizzo di questo canale, dapprima per Start up e Pmi innovative e, successivamente, con la Legge di bilancio 2017, per tutte le piccole e medio imprese italiane (Legge di Bilancio 2017). Ebbene sì, anche per le Srl è stata prevista la possibilità di raccogliere capitale attraverso l’offerta al pubblico di quote e strumenti finanziari, in deroga a quanto stabilito dall’art. 2468 del Codice Civile.

E quali sono i vantaggi di questo canale?

Dal punto di vista delle imprese, il Crowdfunding rappresenta una valida soluzione al fine di raccogliere i fondi necessari a realizzare il proprio progetto, specialmente nel caso in cui vi siano difficoltà di reperire tali somme attraverso istituti di credito o Ventur Capitalist, mercato ancora carente nel nostro paese.

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Conosciamoci in un primo appuntamento gratuito o richiedi una consulenza

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok