Commercialisti, Consulenti del Lavoro ed Avvocati
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese

BONUS TV E DECODER 2019

Il Bonus TV è un'agevolazione per l’acquisto di un televisore o un decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi, ovvero DVB-T2 HEVC, che diventeranno operativi a partire dal 2022.

Dunque, dal 18 dicembre 2019 le famiglie che acquisteranno un televisore o un decoder di nuova generazione potranno beneficiare di uno sconto fino a 50 euro sul prezzo di vendita.

Tale incentivo economico è funzionale ad agevolare l’obbligatorio passaggio dall’attuale televisione analogica a quella digitale delle famiglie meno abbienti.

 

BONUS TV: come funziona e a chi spetta

Le modalità di fruizione del Bonus Tv sono contenute nel Decreto Ministeriale del 18 ottobre 2019, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il 18 novembre 2019 n. 270.

Il contributo è disponibile a partire dal 18 dicembre 2019 al 31 dicembre 2022, e comunque fino ad esaurimento delle risorse pubbliche stanziate (pari a 151 milioni di euro).

Può accedere al Bonus TV il consumatore finale che soddisfa i seguenti requisiti:

  • è residente nel territorio italiano;
  • il valore ISEE risultante da una dichiarazione sostitutiva unica in corso di validità è inferiore a 20.000 euro.

Attenzione perché il contributo può essere richiesto da un solo componente per ciascun nucleo familiare, e per l’acquisto di un solo televisore o decoder a famiglia.

Si tratta di uno sconto sul prezzo praticato dal venditore dell’apparecchio sul relativo prezzo di vendita (comprensivo di Iva), per un importo pari a 50 euro o pari al prezzo di vendita se inferiore.

Per ricevere lo sconto è sufficiente presentare al venditore la Domanda di Bonus, il cui fac-simile è reso disponibile sul sito web del MISE, e allegare copia della propria carta d’identità e del codice fiscale.

Tale Domanda contiene la dichiarazione sostitutiva ex DPR 445/2000, ossia un’autocertificazione con la quale si dichiara che:

  • il valore ISEE relativo al nucleo familiare a cui si appartiene è inferiore a 20.000 euro;
  • i componenti dello stesso nucleo familiare non hanno già beneficiato del contributo.

È lo stesso rivenditore che comunica, attraverso il servizio telematico dell’Agenzia delle entrate, l’acquisto e le informazioni dell’acquirente.

L’incentivo è utilizzabile non solo nei negozi fisici, ma anche per l’acquisto online del nuovo apparecchio.

Per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del bonus, il MISE metterà a disposizione dei cittadini una lista dei prodotti idonei, corredata dai relativi codici identificativi, consultabile direttamente dal sito internet.

I commercianti operanti in Italia, compresi quelli del commercio elettronico, che hanno intenzione di aderire all’iniziativa devono registrarsi direttamente sul sito del Ministero entro il 3 dicembre 2019, sulla base di un Vademecum che fornirà dettagliate istruzioni circa le procedure da seguire per la vendita dei prodotti con bonus.

Il venditore recupera lo sconto applicato al consumatore finale mediante credito d’imposta, da indicare nella dichiarazione dei redditi, utilizzabile unicamente in compensazione mediante adeguato modella F24, a decorrere dal secondo giorno lavorativo successivo alla ricezione dell’attestazione da parte del servizio telematico dello sconto praticato.

L’ammontare del credito d’imposta compensabile non può eccedere l’importo complessivo degli sconti indicati nelle attestazioni, pena lo scarto del modello F24.

Richiedi l’attestazione ISEE e scopri se puoi beneficiare del contributo!

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Conosciamoci in un Primo Appuntamento Gratuito!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della propria azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com