Commercialisti e Consulenti del Lavoro
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese

La legge di bilancio 2018 ha introdotto una nuova detrazione irpef che riguarda la sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi nonché la realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili. Le detrazione, spetta nella misura del 36% della spesa sostenuta, è limitata al periodo d’imposta 2018 nel limite di € 5.000 con ripartizione in 10 anni.

Possono dunque fruire della detrazione d’imposta, a condizione abbiano sostenuto le spese, i soggetti passivi irpef che possiedono o detengono sulla base di un titolo idoneo l’immobile. Si evidenzia tra i soggetti irpef figurano, oltre alle persone fisiche privati, anche:

  • Gli imprenditori individuali;
  • Le società semplici e le società di persone;

e può fruire della detrazione quindi:

  • Il proprietario;
  • Il nudo proprietario;
  • I titolari di diritti reali di godimento quali l’usufrutto, l’uso ed il diritto di abitazione;
  • Inquilini o comodatari.

La detrazione in questione non è legata ad una ristrutturazione in corso. Le spese sostenute per la manutenzione ordinaria non possono essere ammesse alla detrazione, lo sono unicamente gli interventi di tipo straordinario, interventi di sistemazione a verde nel complesso e non il mero acquisto di piante o altro materiale e neppure i lavori in economia.

Saranno agevolabili gli interventi riguardanti i giardini relativi ad abitazioni mentre restano esclusi gli altri, come quelli relativi ad uffici, negozi, ristoranti e capannoni. La detrazione spetta unicamente per gli immobili ad uso abitativo effettuati su aree scoperte, pertinenze o recinzioni, giardini pensili, quindi balconi, cortili e giardini.

Il pagamento dovrà essere effettuato dal 01.01.2018 al 31.12.2018 tramite strumenti idonei a consentire la tracciabilità, quali: assegni bancari, postali, circolari o, con modalità informatizzate, ad esempio carte di credito, bancomat e bonifici.

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Richiedi un primo appuntamento Gratuito: valutiamo la tua situazione, senza impegno, per darti tutte le informazioni di cui hai bisogno!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della propria azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com