Commercialisti e Consulenti del Lavoro
20 professionisti e 30 collaboratori qualificati al servizio delle imprese

News Settore Aziendale

Gennaio 2020

Innovare ed essere portatori di capacità generativa è una delle prerogative essenziali per guadagnare mercato e secondo le indagini Istat, negli ultimi anni, la propensione all’innovazione è in crescita anche nelle piccole e medie imprese italiane, registrando un aumento di circa il 49%.

In quest’ottica, la Legge di bilancio 2020 introduce il credito d’imposta per gli investimenti in ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, transizione ecologica e altre attività innovative.

Gennaio 2020

Con il nuovo Dl fiscale 124/2019 (convertito con la L. 157/2019) è stata estesa la responsabilità amministrativa degli enti ai reati fiscali più gravi.

La disposizione ha introdotto nel novero dei reati che comportano la responsabilità dell’ente anche quelli relativi a:

  • DICHIARAZIONE FRAUDOLENTA MEDIANTE USO DI FATTURE O ALTRI DOCUMENTI PER OPERAZIONI INESISTENTI
  • DICHIARAZIONE FRAUDOLENTA MEDIANTE ALTRI ARTIFICI
  • EMISSIONE DI FATTURE O ALTRI DOCUMENTI PER OPERAZIONI INESISTENTI
  • OCCULTAMENTO/DISTRUZIONE DI SCRITTURE CONTABILI
  • SOTTRAZIONE FRAUDOLENTA AL PAGAMENTO DI IMPOSTE

Gennaio 2020

Con la Risoluzione n. 110 del 31/12/2019 l’Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti in merito alle novità introdotte dall’art. 3, commi 1-3 del DL n. 124 del 26/10/2019.

Fra le precisazioni di maggior rilievo segnaliamo che le cosiddette compensazioni di tipo “verticale” sono da escludersi sia in relazione all’obbligo di preventivo invio delle dichiarazioni fiscali ai fini della compensazione di crediti superiori ai 5.000,00 € annui, sia con riferimento all’obbligo di presentazione del Mod. F24, in presenza di compensazione di crediti, attraverso i canali telematici messi a disposizione dell’Agenzia Entrate.

Ricordiamo che per compensazioni verticali si intendono quelle che non necessariamente devono essere esposte nel Modello F24, ma rappresentano una semplice modalità alternativa allo scomputo diretto di un credito da un debito tributario della medesima natura (ad es. saldo IRES a credito compensato con acconto IRES anno successivo) effettuabile direttamente in dichiarazione fiscale.

BONUS TV E DECODER 2019

Il Bonus TV è un'agevolazione per l’acquisto di un televisore o un decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi, ovvero DVB-T2 HEVC, che diventeranno operativi a partire dal 2022.

Dunque, dal 18 dicembre 2019 le famiglie che acquisteranno un televisore o un decoder di nuova generazione potranno beneficiare di uno sconto fino a 50 euro sul prezzo di vendita.

Tale incentivo economico è funzionale ad agevolare l’obbligatorio passaggio dall’attuale televisione analogica a quella digitale delle famiglie meno abbienti.

REGIME FORFETTARIO e CREDITI PREVIDENZIALI UTILIZZATI IN COMPENSAZIONE

Nell'ipotesi in cui il contribuente in regime forfetario abbia versato e dedotto dal reddito d'impresa contributi previdenziali per una quota poi risultata superiore al dovuto, il successivo utilizzo del relativo credito in compensazione deve essere recuperato a tassazione, indicandone l’importo (a scomputo) nel quadro LM, rigo LM35, della dichiarazione dei redditi.

Non deve pertanto essere compilato il quadro RM usualmente utilizzato in tali casi, con assoggettamento a tassazione separata ed eventuale opzione per la tassazione ordinaria.

Bonus Aggregazioni

“La frammentazione dell’industria costituisce un ostacolo strutturale alla crescita. L’aggregazione d’imprese complementari può essere una medicina necessaria per il sistema produttivo del Paese” sostiene il consulente di AUCTUS Capital Partners, Giorgio Moise, in un articolo dell’Harvard Business Review, denotando che “l’industria italiana è caratterizzata da un livello di frammentazione tra i più alti d’Europa. Il peso preponderante delle piccole imprese, pur rappresentando un segno di spirito imprenditoriale, costituisce una barriera strutturale alla crescita delle stesse e quindi dell’economia”.

L’esonero dal visto di conformità nel regime premiale ISA.

Con la Circolare n. 17 del 2019, l'Agenzia delle Entrate ha fatto chiarezza sull'argomento specificando che  la possibilità di avvalersi dell’esonero dell’apposizione dei visto di conformità, trova applicazione con riferimento a periodi di imposta diversi a seconda della tipologia di crediti tributari oggetto di compensazione.

Riassumendo, al raggiungimento di un livello di affidabilità fiscale almeno pari ad 8 (conseguito sia naturalmente che per effetto di “adeguamento” dei ricavi) per il periodo d'imposta 2018, il contribuente potrà liberamente utilizzare in compensazione “orizzontale”:

Invitalia - Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa, di proprietà del Ministero dell’Economia – promuove le start-up innovative ad alto contenuto tecnologico, nell’intento di stimolare una nuova cultura nell’economia digitale, valorizzando la ricerca scientifica ed incoraggiando il rientro dei “cervelli” dall’estero.

Ad oggi, 976 start-up hanno ottenuto agevolazioni per oltre 329 milioni di euro, creando più di 4.442 nuovi posti di lavoro.

L’agevolazione, interamente gestita da Invitalia, consiste in un finanziamento senza interessi e garanzie per un importo pari al 70% dei costi d’investimento e delle spese di gestione legate all’avvio del progetto (fino all’80% delle spese ammissibili laddove la compagine societaria sia interamente costituita da donne e/o da under 35, ovvero se tra i soci sia presente un esperto con il titolo di dottore di ricerca).

Hai bisogno di Consigli o Assistenza?

Conosciamoci in un Primo Appuntamento Gratuito!

 

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok
×

CRISI D’IMPRESA, SI O NO?

La guida pratica per monitorare lo stato di salute della propria azienda:

Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com